Miniguida per monitorare la web reputation

Quello che si dice di te e del tuo brand sul web è una questione che influenza non solo la vita online, intacca la tua immagine completamente. Hai mai controllato cosa viene detto sui social della tua azienda? Conosci, sul serio, l’opinione che un potenziale cliente può farsi semplicemente cercandoti su Google? Se a tutto questo hai risposto no, forse dovresti seguire la nostra miniguida e monitorare la web reputation.

Come monitorare la web reputation

1. Identifica la tua reputazione

Se vuoi controllare cosa si dice di te sul web, monitora il tuo nome e tuoi eventuali soprannomi e abbreviazioni. Per quanto riguarda la reputazione del tuo brand, devi digitare non solo il nome della tua azienda, anche quello del CEO e degli esponenti principali nonché dei prodotti e servizi che produci.

2. Quantifica il tuo pubblico

Chi ha più interesse ad informarsi sulla tua reputazione? Definire il target ti aiuterà a comprendere meglio le strategie da adottare e i miglioramenti da fare. I tuoi destinatari possono essere clienti (o potenziali tali), partner commerciali, investitori, blogger, giornalisti, dipendenti e persino i tuoi diretti competitor.

3. Focalizza i tuoi obiettivi

Questa è sicuramente la fase clou del processo per monitorare la web reputation. Non solo dovrai tracciare, periodicamente, i risultati ottenuti, dovrai ascoltare i giudizi dei tuoi clienti, costruire una rete social forte e presente, identificare eventuali influencer con cui collaborare e tenere sempre un occhio di riguardo verso impiegati poco soddisfatti. Il tutto senza perdere di vista il lavoro delle aziende concorrenti.

4. Specifica i tuoi bisogni

Per essere certo di poter controllare e operare direttamente sulla tua reputazione online, devi disporre di strumenti specifici. Analizza le tue esigenze per bene seguendo questi punti:

  • Ho bisogno di strumenti automatici per il check del sentiment?
  • Necessito di insights e analytics?
  • Sono importanti per il mio lavoro le email di alert?
  • Quanto budget posso destinare per i tool di monitoraggio?

5. Elabora una strategia di monitoraggio

Ok, hai stabilito gli obiettivi da raggiungere, il tuo pubblico di riferimento e quello di cui hai bisogno per proteggere la tua immagine, ora devi pensare a come controllerai concretamente la situazione. Ci sono diverse strade e correnti di pensiero, alcune prediligono il lavoro di monitoraggio di vecchio stampo, total manual, altre delegano a piattaforme online che operano 24 ore su 24. Sebbene la strada corretta stia sempre nel mezzo, è giusto presentarle tutte e tre.

  • Manual monitoring: identifichi i social network più importanti, i siti di informazione, blog, forum e poi li segui e controlli manualmente;
  • Free tool: puoi utilizzare strumenti gratuiti come Social Mention, che ti offrono un servizio base abbastanza utile;
  • Tool a pagamento: come Trackur, che ti danno la possibilità di report, insight dettagliate, analisi del sentiment, identificazione degli influencer, e lavorano continuamente per te.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply