Vuoi aprire un bar? Non dimenticare il corso HACCP

Corso haccp a Roma per Bar e Ristoranti

La sicurezza e l’igiene degli alimenti sono requisiti fondamentali per chiunque abbia e gestisca un Bar o un’attività direttamente connessa con la manipolazione degli alimenti. Se vogliamo essere ancora più specifici, anche chi non lo fa direttamente, ma offre dei servizi legati alle bevande e al cibo ai clienti, deve essere in possesso di un attestato HACCP.

Se il tuo desiderio è stato da sempre quello di aprire un bar, allora sei ancora più interessato a quanto ti diremo di seguito. La tutela della salute dei consumatori è, infatti, una delle prerogative della normativa italiana (ed europea) e per questo soggetta a rigidi controlli.

Secondo quanto disposto dalle norme vigenti, il primo responsabile di tutta l’attività è il titolare del bar, che dovrà assumersi l’onere di eventuali problemi a livello di igiene della struttura e di tutte le situazioni di criticità che possono verificarsi. In quest’ottica, intraprendere un’attività di questo calibro senza le dovute conoscenze si dimostra essere un passo troppo avventato e rischioso per la tua persona.

Corso HACCP a Roma: ci pensa Gruppo Minerva

Un corso HACCP è lo strumento migliore (nonché obbligatorio) attraverso cui chiunque voglia aprire un bar può acquisire tutte le nozioni, sia di carattere legislativo che pratico, che occorrono per gestire un’attività simile. Ci sono tanti rischi connessi ad un locale di ristorazione se non vengono seguiti gli iter necessari, dalla conservazione degli alimenti ai requisiti che occorrono al personale che si occuperà di trattare i cibi e le bevande.

Noi di Gruppo Minerva elaboreremo con te un percorso su misura della tua azienda, che includerà corsi HACCP con rilascio di attestato per te e per i tuoi dipendenti, e una consulenza completa per la redazione del piano di autocontrollo o manuale HACCP, il sistema di sicurezza alimentare che devi compilare e fornire alle autorità qualora lo richiedano.

Be the first to comment

Leave a Reply